La Verità

Compagnia Finzi Pasca

Un telone chiuso in una cassa di legno viene scoperto in un deposito di un teatro. È un pezzo unico e raro, uno dei teloni dipinto da Salvador Dalí negli anni quaranta a New York per la sua versione di Tristano e Isotta.

Parigi inizio dicembre 2010, dopo il debutto di Rain c’è molta eccitazione. Sono giornate piene di idee che corrono nella testa. Julie Hamelin è certa che dobbiamo metterci al lavoro, vuole produrre un nuovo spettacolo, è sicura che si debba proseguire la linea tracciata dalla Trilogia del Cielo e poi da Donka. Vorrebbe uno spettacolo dove l’acrobazia prendesse il volo. Mi legge una nota che aveva conservato su di uno dei suoi quaderni: “la verité est tout ce qu’on a rêvé, qu’on a vécu, qu’on a inventé, tout ce qui fait parti de notre mémoire.”

Natale 2010 a Montreal. Stiamo preparando la cena quando mi chiama un amico e mi parla di un progetto. Una Fondazione d’Arte è in possesso di un telone dipinto da Salvador Dalí a New York negli anni quaranta. La Fondazione vorrebbe propormi di utilizzarlo in uno spettacolo.

Bruxelles, inizio gennaio 2011 debutta Corteo in Europa. Come spesso accade lentamente le idee iniziano a sedimentare. Con Julie siamo in taxi, entrambi certi che lo spettacolo acrobatico e il telone dipinto da Dalí si debbano ritrovare nello stesso progetto.
Dopo l’immersione in Anton Cechov è tempo di scoprire l’universo di un nuovo artista. C’è poi il Tristano e Isotta, la New York degli anni quaranta, il viaggio interiore di chi dovette lasciare l’Europa per rifugiarsi negli Stati Uniti. Ci sono temi che aprono su altri temi, nella testa le idee rimbalzano e si compongono in immagini. Una distesa di fiori gialli, personaggi bendati, velati, come le statue di Giuseppe Sanmartino nella cappella di San Severo a Napoli. Mani con dita lunghissime, ombre che deformano le proporzioni, rosso sangue, bianco, il blu del mantello di Maria, scale sospese nel vuoto, equilibri impossibili, corpi che si dislocano, piume e paillettes come se la storia prendesse vita in un vaude villes decadente con un direttore che cerca idee per risollevare le sorti della baracca.

A Lugano a gennaio di questo nuovo 2011 ci riuniamo per studiare come proseguire l’avventura. Julie propose di riunire Teatro Sunil e Inlevitas in una sola struttura. La Verità diventa la prima produzione di questa nuova compagnia.

Compagnia Finzi Pasca

 

Scritto e diretto da Daniele Finzi Pasca

Una produzione della Compagnia Finzi Pasca

Partner alla creazione:

trio

La Place des Arts
Maison de la Culture de Nevers et de la Nièvre
Scène Nationale Bayonne Sud Aquitain
Republique
Orchestra della Svizzera italiana (OSI)
Radiotelevisione svizzera (RSI)
Città di Lugano
Cantone Ticino
ProHelvetia
Fidinam
Fondazione Ernst Ghöner

Daniele Finzi Pasca
Autore, regista, co-design luci e coreografie

Julie Hamelin Finzi
Direttrice di creazione, produttrice e partecipazione alla scrittura

Maria Bonzanigo
Musica, sound design e co-design coreografie

Hugo Gargiulo
Scenografia e accessori

Antonio Vergamini
Produttore esecutivo e consulente artistico

Giovanna Buzzi
Costumi

Alexis Bowles
Co-design luci

Roberto Vitalini pour bashiba.com
Video designer

Geneviève Dupéré
Assistente alla regia

Chiqui Barbé
Make-up designer e hairstyle designer

Marc Laliberté
Direttore di produzione

Fabrizio Arigoni
Consulente artistico

Facundo Ponce de Leon
Ricercatore

Toni Vighetto
Creatore di Sculture Coreografiche

Mariève Hémond
Ideatrice Carré

Daniel Cyr
Creatore ruota Cyr

Equipe di tournée:
Interpreti: Moira Albertalli, Jean-Philippe Cuerrier, Annie-Kim Déry, Stéphane Gentilini, Andrée-Anne Gingras-Roy, Catherine Girard, James Kingsford-Smith, Evelyne Laforest, David Menes, Marco Paoletti, Felix Salas, Beatriz Sayad, Rolando Tarquini
Direttrice di tournée e direttrice di scena: Allegra Spernanzoni
Direttore tecnico e macchinista: Dave Bourdages
Rigger: Jens Leclerc
Fonico e operatore video: Maxime Lambert
Tecnico luci: Benoît Dubord
Restauratore: Andrea Ravano

Team di creazione e produzione:
Direttore Tecnico: Alexis Bowles
Assistente dello scenografo: François Lemieux
Project Manager: Chiqui Barbé, Tanja Milosevic
Contabile di produzione: Amal Calabretta
Assistente del produttore esecutivo: Tanja Milosevic
Assistenti del direttore tecnico: Dave Bourdages , Guillaume Labelle
Assistente del direttore di produzione: Marc-André Goyer
Fotografa e grafica: Viviana Cangialosi
Fotografa invitata: Andrea Lopez
Addetto stampa: Jean-Sébastien Rousseau
Rigger: Jens Leclerc
Fonico e operatore video: Maxime Lambert
Tecnico luci: Benoît Dubord
Sviluppo apparecchi acrobatici: Marc Laliberté, Francois Lemieux, Guy St-Amour, Antoine Mercure Gagnon
Assistente amministrativa: Anna Locatelli

Consulenti amministrativi e contabili: Lorenzo Ortelli, Michel Castonguay
Stagiaires: Marzio Picchetti (luci), Gonzalo Soldi (Luci e video), Leonardo Tanoni (Macchinista)

Booking Internazionale: Julie Hamelin Finzi
Assistente Booking Internazionale: Sarai Gomez

Scenografia e accessori:
Ideazione e realizzazione dei soffioni: Penelope Margaret Mackworth–Praed
Assistente: Chiara Tassi
Ideazione marionette: Andrea Caruso Saturnino
Assistente: Paulo Emilio Luz
Ideazione e realizzazione del cavallo: Davide dell’Osso
Assistenti: Marcello Garofalo, Luciano Visentin
Ideazione e realizzazione delle maschere bambola e rinoceronte: Jorge Añon
Ideazione e realizzazione delle maschere scafandro e Dalí: Claude Rodrigue
Realizzazione tavolo e piano: Pierre Landry
Assistenti scenografia e accessori: Arkimede, Boris Arsenault, Christian Hamel, Véronique Marcoux, Francois Morin, Massimo Palo
Pittori scenografici: Nadia Lombardo, Jeremy Gordaneer
Realizzazione oggetti volanti: Patrice Lavoute

Consulenti suono:
Consulente suono: Fabio Lecce
Consulente suono senior: Davy Gallant
Consulente arpa di cristallo: Robert Tiso

Atelier costumi:
Collaboratori della costumista: Lisa Rufini, Pino d’Onofrio, Maria Vernini, Esther Kowalski, Grazia Quacquarelli, Susy Ciarrocchi, Davide Zanotti, Ambra Schumacher, Elisa Serpilli, Laura Rhi-Sausi, Costanza Moniello.
Collaboratore a Montréal: Mathieu Audy, Geneviève Chevalier
Realizzazione costumi: Sartoria lowCOSTume
Realizzazione scarpe: Pompei

Artisti collaboratori:
Karen Bernal
Helena Bittencourt
Marton Maderspach
Goos Meusen

Allenatori:
Coralie Bally, Valeria Bonalume, Prana Ovide – pole dance
Chun He Gao – violino
Mariève Hémond, Annie-Kim Déry – carré
Jérôme Le Baut – mano a mano
Karine Houle – clarinetto
Gioia Orfei – pattini a rotelle acrobatici
Luca Princiotta – chitarra elettrica
Gonzalo Soldi – Diabolo
Robert Tiso – Glass Harp
Toni Vighetto – Zig
Milan Pole Dance Studio: Krystel Arbia: www.milanpoledance.com

Produzione musicale della RSI Radio televisione Svizzera, esecuzione dell’ ORCHESTRA DELLA SVIZZERA ITALIANA (OSI)
Direttore d’orchestra : Philippe Bach
Solista: Yiping Li
Ingegnere del suono: Manuel Veronesi

Ringraziamenti:
Alida Andreoli, Morena Antonini, Isabel Benzonana, Restaurant la Boîte à Lunch, Antonella Bonzanigo, Rocco Bonzanigo, Jean-François Brière, Carolyn Hollinger, Alain Cadieux & Universcène, Silvana Caffaro, Rodolfo Canale (Selecta), Cantone Ticino, La Caserne, Claudio Chiapparino & Dicastero Eventi Città di Lugano, Éloïse Deschamps, Duo Scarlette, Michel Elliott, Palestra Excalibur, Stefano Fabio, Jean-Marc Jacot – Josiane Favre & Parmigiani Fleurier, Daniel Fœdus, Famiglia Garzoni & Gran Hotel Villa Castagnola, Michel Gagnon – Marc Blondeau – Paul Fortin – Danielle Saint-Denis – Nathalie Paquette – Yves Savoie – Sophie Labelle & Place des Arts, Lisa e Mario di Giovani Viaggi, Paul Glass, Roberto Grassi, Mauro Guggia, Lulu Helbek, Mariève Hémond, Carolyn Hollinger, Stephen Lebire, Anna Locatelli, Città di Lugano, Janicke Morissette, Orchestra della Svizzera Italiana, Auditorio Stelio Molo (RSI), Gioia Orfei, Lorenzo Ortelli, Fausto Ortelli, Camilla Papiri, Daniela Papiri, Giovanni Pedrazzini, Massimo Pedrazzini, Giancarlo Pedrioli, Marcello Peduzzi, Olivier Peyronnaud & Maison de la Culture de Nevers et de Nièvres, Peroni S.p.A (Sandra Battistella, Maurizio Noris e Arch. Gianni Crevacore), Piazzale Milano, Pro Helvetia, Marie Martine Robles, Vincent Sager, Guido Santini, Segal Centre for Performing Arts, Alessandro Seralvo & Cornercard, Comune di Sorengo, Studio 301, Rocco Talleri, Christian Thibault, Mathieu Tisseur, Gaetano Tresoldi, Usine C, Claudio Vitalini, Jennifer Whisper, i nostri genitori, le nostre famiglie e tutti i nostri amici.